Notizie del settore

Facebook costruisce un progetto solare per supportare la sua attività nel data center

2018-07-23
[PConline News] Facebook finanzierà la costruzione di sei progetti solari su larga scala per compensare il consumo di energia elettrica nel suo campus del data centre di Prineville, che secondo l'azienda produrrà abbastanza elettricità pulita per gestire tutti e cinque i siti. Centri dati.

Due progetti solari a sud del centro di Plainville e quattro progetti solari alla rete di Utah Pacific Power genereranno 437 megawatt di elettricità. Questo è un enorme alimentatore. Facebook afferma che è equivalente a tutta l'energia utilizzata in tutte le apparecchiature che consumano energia nel data center di Princeville.

"L'energia rinnovabile efficiente ed efficiente è una delle priorità principali di tutti i nostri impianti", ha dichiarato Peter Freed, responsabile della strategia energetica di Facebook.

Facebook ha tre grandi data center nella città di Plainville e ne sta costruendo altri due. La società ha speso più di $ 1 miliardo su questi progetti, ma ha rifiutato di dire quanto costa costruire un progetto solare, o il costo dell'energia pulita è diverso dal costo attuale.

I lavori di costruzione inizieranno il prossimo anno e tutti e sei i progetti solari genereranno energia elettrica entro la fine del 2020. Facebook non costruirà i propri progetti solari e Pacific Power firmerà contratti con compagnie energetiche che possono costruire e gestire autonomamente queste basi solari.

Greenpeace ha fatto pressioni su Facebook affinché utilizzasse le energie rinnovabili anche prima del suo progetto Facebook per costruire il suo primo data center a Plainville. Greenpeace ha accolto con favore la notizia scoppiata nei giorni scorsi.

Gary Cooke, un analista informatico di Greenpeace, ha dichiarato: "Possiamo presumere che questa mossa indica che Facebook è impegnata a soddisfare il crescente fabbisogno energetico attraverso le energie rinnovabili."

Tuttavia, ha avvertito che Pacific Power fa ancora affidamento sulla generazione di energia elettrica a carbone nella rete, dicendo che l'elettricità aiuterà a gestire i servizi di Facebook nel caso in cui i suoi progetti solari non siano operativi.

Gary Cook ha affermato che le società di social networking dovrebbero risolvere questo problema acquistando altre fonti di energia pulita e cercando modi per immagazzinare energia elettrica per trovare energia completamente rinnovabile.

I data center utilizzano molta energia per gestire e raffreddare i computer interni che possono ospitare foto di social network, e-mail e altri dati online. L'energia solare in Prayneville di Facebook è all'incirca equivalente al consumo energetico di 100.000 case del Nord-Ovest.

La città di Plainville ha solo 4.100 case ed è sede del primo data center costruito da Facebook nel 2011.

La società si sta espandendo e ora sta costruendo quarte e quinte grandi strutture nell'area, usufruendo di costose agevolazioni fiscali ripetutamente, il che ha consentito alla società di risparmiare oltre 73 milioni di dollari di costi fino ad oggi.

Le agevolazioni fiscali nelle piccole città portano Silicon Valley negli Stati Uniti

Questa è la storia di una grande azienda tecnologica che può utilizzare i propri computer sempre e ovunque. Come la maggior parte delle grandi aziende tecnologiche, Facebook riconosce il consenso scientifico che le attività umane sono responsabili dei cambiamenti climatici. Come altre aziende tecnologiche, Facebook ha spostato il proprio carico di energia in energia rinnovabile.

Apple, che gestisce anche i data center nella città di Plainville, usa anche il solare, l'eolico e l'energia idroelettrica per compensare il suo uso di elettricità.

Allo stesso tempo, Facebook ha iniziato a utilizzare l'energia rinnovabile nei data center altrove. Scott Bolton, vice presidente per gli affari esteri di Pacific Power, ha dichiarato che le pratiche di energia verde nel centro dati dell'Oregon sono progredite lentamente a causa delle restrizioni nazionali sugli acquisti diretti di energia rinnovabile da parte dei grandi utenti di energia.

Scott Bolton ha dichiarato che all'inizio dell'anno scorso, Pacific Power è stata approvata dai regolatori statali per stabilire una nuova politica fiscale che consentirebbe a Facebook e ad altri grandi utenti di energia di acquistare energia relativa a specifici progetti rinnovabili.

Pagando il costo dei nuovi progetti solari, Scott Bolton ha detto che Facebook ridurrà il costo delle energie rinnovabili per gli altri utenti.

"Penso che Facebook stia aprendo una nuova strada e ci si aspetta che offra alcune soluzioni su misura", ha affermato.